Ma le agenzie interinali..Servono?

Dopo decine di esperienze vissute, lavori cambiati e diverse “interviste” fatte ad alcuni colleghi,

ho deciso di sottolineare in questo articolo qualcosa che potrà essere utile a tutte le persone che in questo momento stanno cercando lavoro e si rivolgono

alle famigerate agenzie interinali.

Per prima cosa non capisco perché, se le agenzie sono al servizio del lavoratore…, anche se questa è una chimera stile politica, in realtà non è vero

altrimenti perchè fare gli orari di lavoro normali,

ora… non penso ci voglia molto a tenere aperta una agenzia fino alle 19.30, oppure ricevere le persone all’ora di pranzo o almeno potrebbero

tenere aperto almeno il sabato mattina.

I miei orari,  mi scuso con le persone che magari lavorano di più, sono sempre stati dalle 8 del mattino fino alle 12 e dalle 13.30 alle 17.30 (o dalle 14 alle 18).

Non sono MAI e dico MAI riuscito a fare un colloquio con un agente alle 18 perché l’agenzia stava già chiudendo…

MA STIAMO SCHERZANDO???

e stò parlando delle agenzie più famose d’Italia non di “piccoli uffici”.

Questo mi sembra il più grande paradosso delle agenzie interinali che chiaramente preferiscono trovare il lavoro a chi non l’ha.

Bene allora parliamo di queste persone, che come loro anch’io per un certo periodo di tempo sono stato “a casa”, per mia scelta, ma comunque disoccupato.

Ho cominciato a guardarmi in giro e capire che “mercato” potesse esserci per un ruolo come il mio: “PROGETTAZIONE MECCANICA”;

avendo notato parecchie offerte sia nella mia zona, che non, decido di muovermi mandando il curriculum attraverso i portali più conosciuti,

comincio a prendere degli appuntamenti, chiaramente alle 10.30 del mattino oppure alle 16.00, insomma nel pieno dell’orario di lavoro dei più, ma tanto ero a casa…

dopo questa prima giornata di colloquio, l’agenzia m’intervista facendomi domande generiche che non specificano nulla sulle mie capacità,

o l’ambito meccanico di mio interesse, anche perché avrei voluto fare qualcosa di inerente alla mia esperienza,

come tutti quelli che hanno scoperto di far bene una cosa e vogliono chiaramente crescere in quella determinata area

anche perché penso che la meccanica, l’economia, le scienze in genere hanno campi talmente ampi da non poter essere specializzati in tutto.

Ad ogni modo questi “agenti” m’intervistano e non avendo capito praticamente nulla, a parte l’essere brillante, sveglio, simpatico, affabile, gentile e altri aspetti che si studiano per il primo test d’esame in psicologia,

praticamente inutili,

mi propongono una ditta che a poco a che vedere con la mia esperienza, ma ormai ho perso 2 ore, sentiamo cos’hanno da dire.

“Bene” persa la giornata per una cosa semi-inutile mi chiamano, mediamente dopo 1 o 2 settimane, mi mandano a fare il colloquio con il datore di lavoro (a volta mi hanno accompagnato molte altre volte no).

..e qui hanno luogo “simpatici” siparietti:

i datori, o chi ne fa loro le veci, dopo avermi giustamente conosciuto un po’ chiedendomi le mie esperienze, parlando, finalmente,

più tecnicamente e precisamente del ruolo che sarei dovuto andare a ricoprire

(per la prima volta nell’iter), e spesso siamo arrivati ad un muro,

alcune volte non è andata bene per il mio o il loro gradimento giustamente, ma perché farci perdere del tempo quando potevo capirlo dall’intervista con l’agenzia;

ma soprattutto altre volte, la maggior-parte e la trovo veramente INCREDIBILE,

la cosa si è infranta sullo STIPENDIO.

Voglio dire, ma in agenzia mi hanno chiesto quanto avrei voluto come stipendio base, (che poi non capisco perché debbano chiederti lo stipendio percepito dalla azienda precedente-saranno fatti miei, quindi non ditelo se anche voi capitasse e sicuramente ve lo chiederanno)

il succo è che non posso perdere due giorni, dopo DUE / TRE SETTIMANE d’attesa e poi sentirmi dire che al massimo mi vogliono dare (è un esempio) 1500€ quando avevo detto chiaramente che ne volevo 2000€, ok posso adattarmi, oppure trattare,

ma il più delle volte mi hanno detto che quello era lo stipendio e che di più non se lo potevano permettere, quindi tanti saluti, successo a ingegneri anche più qualificati di me.

“Benissimo” ho perso 2 giorni d’interviste, non hanno capito la mia capacità, perché non mi hanno nemmeno preso in prova e non ho nessun lavoro.

Mi è capitato inoltre di arrivare per un primo colloquio con la ditta interessata, mi trovano interessato ed io interesso a loro,

mi chiamano per fare un ulteriore intervista alla quale ne segue poi una terza; e qui, dopo avermi rassicurato e francamente dopo 3 giorni di interviste varie passate egregiamente ero fiducioso,

passano 2 settimane e non sento nessuno, chiamo quindi l’agenzia che mi dice la classicissima frase che trovo irritante a morte:

“…Ah..no la ditta per cui abbiamo fatto i colloqui adesso è in Stand-by con la ricerca…se ci saranno novità, le faremo sapere..”,

intanto NON HO ANCORA UN LAVORO dopo 4 mesi.

l’ultima risposta solitamente vuol dire, che hanno preso un altro oppure c’è stato un problema che non ti dicono, anche questa cosa incredibile,

visto che una persona intelligente vorrà sapere dove ha sbagliato visto che dovrà fare altri colloqui visto che

TU.. agenzia dei miei stivali.. non sei riuscita a pizzare un ingegnere di 35 anni con 10 d’esperienza in un’azienda qualsiasi…

Ora questo l’ho ritrovato in molti altri campi e cioè penso che un GRANDISSIMO problema in Italia e non sia:

l’incapacità degli agenti, 

perchè oltre a quelli del lavoro, ci sono anche quelli Immobiliari, che sono nella stragrande maggioranza (non tutti, perché ci sono professionisti capacissimi) degli INCOMPETENTI.

Ora, anche mia sorella appena uscita da psicologia ha fatto un periodo in una notissima agenzia interinale, ma se le avessi chiesto la differenza tra carpenteria e stampi non avrebbe saputo rispondermi, per fortuna ora dopo molti anni di studi è una nota Psichiatra.

Il succo di questo articolo è che le agenzie interinali riescono a pizzare “bene” immigrati, ragazzini senza esperienza, giovani appena usciti dall’università

e chiunque sia “CARNE DA MACELLO”, che non voglia guadagnare più di 1000€ al mese e solitamente nei ruoli meno desiderabili.

Se volete avere un idea per un lavoro, prendete la vostra capacità più grande e la vostra esperienza in quello che sapete fare,

fate una ricerca a tappeto delle aziende che trattano quell’argomento e create voi stessi un sito a cui tutti si posso riferire per cercare il lavoro che fa per loro.

Così tutti farebbero quello che sanno fare ed ognuno sarebbe al posto corretto.

A sostegno di quanto scritto fin qui leggete fra le righe questo articolo del corriere della sera, che enfatizza invece la capacità da

SUPER-EROE delle agenzie interinali che sanno piazzare “solo” le persone sopracitate.

Nell’articolo trovare LAVORO nel 2016  vedremo delle alternative per trovare lavoro oggi.